Innovazioni per una società aperta

Formazione

Arriva il medico-ingegnere: a Milano un nuovo corso di laurea internazionale

Il Politecnico di Milano e Humanitas University insieme per un nuovo percorso di laurea internazionale che integra e potenzia le competenze della figura professionale del medico chirurgo con quelle tipiche dell’Ingegneria Biomedica: MEDTEC School. L’obiettivo è formare medici in grado di comprendere a fondo e gestire consapevolmente le tecnologie avanzate che caratterizzano già oggi, e sempre di più in futuro, la professione medica, per offrire ai pazienti cure innovative e personalizzate. L’approccio didattico è quello tipico di Humanitas University e del Politecnico di Milano, che prevede l’utilizzo di metodologie interattive, quali il Research-Based Learning, il Problem-Based Learning, il Case Method e il portfolio di competenze.

 

Il corso avrà una durata di 6 anni, sarà interamente in lingua inglese e al termine i laureati in Medicina potranno richiedere al Politecnico il rilascio anche della Laurea triennale in Ingegneria Biomedica, per poi proseguire secondo la loro vocazione: nella pratica medica nelle Scuole di Specializzazione, nella ricerca medica e ingegneristica con PhD tecnici o direttamente nell’industria.

 

I posti disponibili sono 50 per ogni anno e le lezioni si terranno presso un nuovo edificio i cui spazi saranno studiati ad hoc: laboratori aperti e modulabili, che si connettono con le aule in cui si svolgono le lezioni frontali, favoriranno lo scambio di conoscenze e la comunicazione tra studenti e docenti di discipline diverse. Il nuovo edificio sorgerà nel Campus di Humanitas University, green e hi-tech, con un Simulation Center fra i più avanzati in Europa.

 

Le ragioni che hanno portato alla creazione di questo corso? Ne parlano Gianfelice Rocca (Presidente di Humanitas) e Ferruccio Resta (Rettore del Polimi).

“Nell’ambito delle scienze della vita”, dice Gianfranco Rocca, Presidente di Humanitas,”si profilano all’orizzonte grandi sfide: l’invecchiamento della popolazione, l’impatto dell’innovazione, l’accessibilità e sostenibilità dei sistemi nazionali di cura e di assistenza. In un contesto sociale di complessità crescente, Medtec school nasce per rispondere a tali sfide formando professionisti in grado di gestire e sfruttare la tecnologia a vantaggio di una medicina sempre più umana, innovativa e sostenibile”.

“Il Politecnico”, spiega il rettore Ferruccio Resta,  “ha identificato nella medicina, nella salute e nel benessere alcune delle maggiori sfide in cui cimentarsi nel corso dei prossimi anni. Sfide fondamentali anche per consegnare al Paese competenze e conoscenze necessarie alla crescita dei nostri laureati”.

 

Il legame fra la formazione medica e quella ingegneristica si concretizza in tutto il percorso formativo grazie ad un’alternanza di frequenza fra Humanitas University e il Politecnico di Milano. Nei primi 3 anni di corso infatti la frequenza delle lezioni è prevista a semestri alternati nelle due sedi, mentre nei successivi 3 anni prevede corsi e moduli tenuti da docenti del Politecnico presso Humanitas University, in modo da garantire una piena integrazione delle competenze ingegneristiche nel percorso formativo clinico, anche grazie al co-tutoring da parte di docenti del Politecnico in alcune delle attività professionalizzanti tipiche della preparazione del medico.

 

Il test d’ingresso sarà il 6 settembre 2019 e sarà interamente in lingua inglese, l’obiettivo è quello di cogliere l’attitudine e la propensione dei candidati allo studio sia delle life science, tipiche della medicina, che delle hard science, tipiche dell’ingegneria.

 

Per conoscere tutti i dettagli del corso consultate il sito ufficiale.