Innovazioni per una società aperta

Formazione

Cyber Risk Strategy and Governance: il nuovo corso di laurea nato dalla partnership tra Bocconi e il Politecnico di Milano

Dalla partnership tra il Politecnico e l’Università Bocconi di Milano nasce un nuovo corso di laurea magistrale interamente in lingua inglese: Cyber Risk Strategy and Governance, il quale unisce le aree di eccellenza delle due università, manageriale da un lato e tecnica dall’altro, attraverso un programma interdisciplinare.

 

Cyber Risk Manager e Data Protection and Security Manager sono i due profili professionali a cui prepara specificatamente il corso. Al termine, infatti, gli studenti acquisiscono le competenze per valutare, governare e gestire rischi e opportunità relativi all’ambito digitale e dell’innovazione tecnologica. In particolare, il Cyber Risk Manager si occupa di gestire il rischio informatico a livello organizzativo con l’obiettivo di governarlo progettando e implementando strategie ad hoc. Quello del Data Protection and Security Manager, richiesto dalle normative sulla protezione dei dati in tutto il mondo, si occupa di protezione dei dati, gestione della privacy e conformità per gestire questa tipologia di rischio nello specifico.

 

Il corso sviluppa in primo luogo le competenze in tecnologia e computer science, cruciali per una comprensione approfondita del mondo cyber. In secondo luogo, vengono approfonditi i principi e gli aspetti economici, manageriali e legali relativi al cyber risk, per sviluppare competenze tecniche e soft skill che consentano di costruire relazioni a tutti i livelli di un’organizzazione, di influenzare decisioni strategiche e implementare le azioni necessarie per limitare i rischi nell’era dell’economia digitale.

 

Ntt Data finanzia alcune borse di studio per gli studenti più meritevoli. L’obiettivo del corso è preparare una nuova categoria di esperti nel campo della cybersecurity, in grado “di intercettare tempestivamente i rischi – fa sapere Ntt Data – e prevenirne l’impatto sulle organizzazioni pubbliche e private, cogliendo con efficienza le opportunità di lavoro emergenti”.

 

Dolman Aradori, Vp Security in Ntt Data, spiega: “La carenza di professionalità qualificate nell’ambito della cyber security è un problema che accomuna l’Italia al resto del mondo. L’iniziativa ben si sposa con la nostra storia caratterizzata dalla capacità di coniugare competenze tecniche con un approccio manageriale alla problematica, il tutto con uno sguardo internazionale ed una visione completa dei fenomeni che la compongono”.

 

Il corso è strutturato specificamente per studenti che hanno una formazione di ingresso eterogenea. Sono attesi studenti con una laurea di base in discipline economiche o giuridiche, così come studenti con una laurea di base in informatica o in ingegneria (tipicamente gestionale, informatica o matematica).

 

Per saperne di più.