Innovazioni per una società aperta

ARCHIVIO Formazione

CyberChallenge.IT 2020: la quarta edizione del progetto che vuole incoraggiare lo sviluppo di nuovi innovatori nell’ambito della sicurezza informatica

Arriva l’edizione 2020 di CyberChallenge.IT, un programma di formazione per i giovani talenti tra i 16 e i 23 anni, che punta a ridurre significativamente l’odierna carenza della forza lavoro in ambito informatico, ponendosi come una delle principali iniziative italiane per identificare, attrarre, reclutare e collocare la prossima generazione di professionisti della sicurezza informatica.

 

Per partecipare non occorre avere competenze e conoscenze di programmazione, ma piuttosto una grande passione, impegno e curiosità nelle discipline scientifico-tecnologiche (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). Ai candidati vengono richieste, inoltre, buone capacità logiche, di problem solving, di comunicazione e, soprattutto, tanta voglia di imparare.

 

Gli obiettivi del progetto.

 

L’obiettivo per l’edizione 2020 è di coinvolgere almeno 4.000 tra i migliori studenti in Italia e di incoraggiarli a riempire i ranghi dei futuri professionisti della cybersecurity, mettendo così a disposizione del sistema paese le loro capacità. Il progetto mira a creare e far crescere la comunità dei cyberdefender, investendo sui giovani. In particolare, punta a:

 

  • stimolare l’interesse verso le materie tecnico scientifiche e, in particolare, verso l’informatica;
  • far conoscere le opportunità professionali offerte dai percorsi formativi sulla sicurezza informatica;
  • mettere i giovani in contatto diretto con realtà aziendali, anche grazie alle sfide che saranno chiamati ad affrontare;
  • identificare i giovani talenti cyber e contribuire al loro orientamento e alla loro formazione professionale.

 

Cosa attende i partecipanti?

 

Il programma, organizzato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica con il supporto del Comitato Nazionale per la Ricerca in Cybersecurity, prevede un mix tra l’attività formativa tradizionale e un approccio orientato alla gamification che si traduce nella partecipazione a competizioni in arene virtuali che simulano scenari di reti e ambienti lavorativi reali. Il percorso è incentrato sull’introduzione tecnica, scientifica ed etica delle tematiche connesse alla sicurezza informatica, alternando lezioni teoriche ed esercizi su vari argomenti quali crittografia, analisi di malware e sicurezza web. Il progetto si conclude con una gara finale nazionale che eleggerà la migliore squadra d’Italia. Tra tutti i partecipanti, i migliori saranno poi selezionati per formare la Squadra Nazionale Italiana dei Cyberdefender, la quale parteciperà alla European Cyber Security Challenge.

 

Le iscrizioni sono aperte fino al 6 febbraio 2020 sul portale online, seguiranno poi 2 test per la formazione delle squadre. Il primo test si svolge on-line (da remoto) tra l’8 e l’11 febbraio 2020 e serve per una prima selezione, mentre il secondo si svolgerà in presenza il 17 febbraio 2020 presso una sede universitaria del progetto.

 

Paolo Prinetto, il direttore Laboratorio Nazionale Cybersecurity del Cini, spiega: “Con questa iniziativa, ormai giunta alla quarta edizione, intendiamo incoraggiare lo sviluppo di nuovi innovatori nell’ambito della sicurezza informatica, dando ai più giovani l’opportunità di crescere in un percorso altamente qualificante e che dà grande lustro al nostro Paese. CyberChallenge.IT è la punta di diamante tra le iniziative che il Laboratorio ha progettato e realizzato, lavorando per colmare una carenza di figure professionali all’altezza delle sfide cibernetiche e industriali del futuro”.

 

Per saperne di più.