Innovazioni per una società aperta

ARCHIVIO Eventi

Stem by women in un mondo high tech che allarga il gender gap

La formazione STEM è tradizionalmente più declinata al maschile, che al femminile. Sono nate nel mondo tante iniziative per promuovere la formazione STEM tra bambine e ragazze negli anni della scuola e dell’università. Per aiutare le studentesse a conoscere meglio le prospettive di lavoro e di carriera in questi ambiti l’Associazione Donna Professione STEM ha avviato un programma di incontri che dà alle partecipanti la possibilità di ascoltare le testimonianze di direttori ed executive HR delle aziende associate e di incontrare in tavoli dedicati “role model” aziendali, professioniste e manager d’azienda che con passione e successo operano in area Stem.  L’iniziativa dell’associazione è supportata dal Politecnico di Torino e dall’Università degli Studi di Torino con la collaborazione di importanti società nazionali e multinazionali.

 

Dice Barbara Preti, presidente dell’Associazione e HR Director Avio Aero: “Qualche tempo fa, in azienda, eravamo alla ricerca di un capo stabilimento e mi sarebbe piaciuto fosse una donna. Chi, come noi, fa dell’innovazione il proprio business sa bene che quest’ultima nasce dal confronto, da punti di vista, esperienze, mindset diversi. E siccome, come accade ancora troppo spesso in numerose realtà, anche nella nostra azienda questi sono ruoli ricoperti perlopiù da uomini, mi sono rivolta a un head hunter. Ricordo perfettamente la sua risposta: «Cerchi una mosca bianca». Quell’espressione mi ha convinta della necessità di fare qualcosa di concreto per cambiare questa situazione. Per questo motivo, insieme ad altre donne che ci credono fortemente abbiamo fondato la prima Associazione dedicata allo sviluppo delle carriere Stem sul nostro territorio”.

 

“L’obiettivo”, rileva Licia Devalle, vicepresidente dell’Associazione, “è creare vari momenti di ispirazione e di motivazione affinché le ragazze possano intraprendere carriere Stem e fare scelte universitarie responsabili costruendo al meglio il proprio futuro. Nei prossimi mesi creeremo un tavolo di lavoro di studentesse affinché collaborino con l’Associazione, presenteremo i risultati di Survey fatte rispettivamente alle aziende e alle studentesse sui temi Stem al femminile e, per concludere, daremo il via a un progetto formativo con una quindicina di scuole secondarie, grazie alla collaborazione con il Consiglio Regionale alle Pari Opportunità”.