Innovazioni per una società aperta

Formazione

Università degli studi di Pisa: il rinnovato corso di laurea in Informatica e Networking

Tante novità in arrivo per il corso di laurea magistrale in Informatica e Networking dell’Università di Pisa che, da quest’anno, ha avviato una ristrutturazione dell’offerta formativa per fornire ai propri laureati magistrali tutte le conoscenze necessarie a rispondere alla crescente domanda di nuovi professionisti.

 

L’obiettivo è quello di fornire agli studenti competenze di alto livello nel settore delle comunicazioni, dal wireless fino al 5G. Il nuovo ordinamento è stato progettato partendo dalla considerazione che le reti di telecomunicazioni stanno evolvendo. Da semplici “mezzi” per trasferire dati di vario genere da un posto all’altro, a veri e propri strumenti “intelligenti” in cui l’informatica gioca un ruolo determinante sia nella gestione degli apparati di trasmissione che per la sicurezza e l’affidabilità delle comunicazioni.

 

Il professore Marco Danelutto, che a settembre lascerà la carica di presidente del corso di studi al collega Stefano Giordano, a proposito del corso spiega: “La percentuale dei nostri laureati che lavora a meno di due mesi dalla laurea è vicina all’80%, il rimanente 20% normalmente non lavora perché fa il dottorato di ricerca in Italia e in Europa. I nostri laureati occupano normalmente posizioni di rilievo in linea con le competenze acquisite durante gli studi, questa nuova ristrutturazione del corso andrà quindi a migliorare una situazione già molto positiva.”

 

Il corso, ad accesso libero e interamente erogato in inglese, partirà dal prossimo settembre e le immatricolazioni sono già aperte: chiunque in possesso di una laurea di primo livello in Informatica o Ingegneria delle telecomunicazioni può iscriversi e trovare tutte le informazioni necessarie al seguente link.

 

Al termine del percorso gli studenti saranno in grado di rispondere a necessità sia in ambito nazionale che a livello internazionale. Le recenti innovazioni tecnologiche, che hanno permesso di realizzare dispositivi di calcolo e trasmissione dell’informazione sempre più performanti, nonché la presenza pervasiva di tecnologie che combinano informatica e telecomunicazioni, rendono ancora più necessaria e quindi sempre più impiegabile questa nuova figura professionale in molti mercati e aree applicative.